PER RICEVERE LA NEWSLETTER PER CONTATTARCI
SCRIVI ALLA REDAZIONE | SEGNALA AD UN AMICO | STAMPA

News :: 2010


AIUTIAMO IL PAKISTAN. Aziende e Sindacati impegnati per una nuova grande iniziativa di PROSOLIDAR per sostenere il lavoro di UNHCR

Un sì convinto e un impegno serio da parte di tutti per sostenere l'azione di UNHCR in Pakistan
In questi giorni partir la nuova campagna di sottoscrizione per il Pakistan. Prosolidar è impegnata a sostenere questa iniziativa e chiede a tutte le lavoratrici, a tutti i lavoratori e alle aziende di condividere questo impegno e di aiutare le popolazioni che si trovano in condizioni disperate, avendo perso tutto quel poco che avevano, case, terreni coltivati e bestiame.

Ancora una tragedia causata dalla natura, che reagisce con fenomeni incontrollabili e violentissimi ai cambiamenti causati dall'uomo. Siamo noi stessi le vittime della nostra incuria, del nostro disinteresse per le conseguenze delle nostre azioni, dei nostri comportamenti. Terremoti, alluvioni, smottamenti, ondate di calore ci sono sempre stati. Ma se i primi sono fenomeni naturali che non possono essere previsti e tutti gli altri eventi hanno una carica di energia molto forte, violenta e questa energia è rilasciata attraverso l'accumulo dei gas effetto serra, che non consentono la dispersione del calore negli strati più remoti dell'atmosfera. In Pakistan prima della grande alluvione abbiamo registrato le temperature più alte della storia dell'Asia, quasi 60° C. L'evporazione conseguente ha messo in circolo quantità di aria calda e umida enormi. Al giungere dlla stagione monsonica sono tornate tutte insieme e in una zona circoscritta a terra sotto forma di piogge scroscianti che in pochi giorni hanno causato lo strripamento dell'Indo, nel Nord del Pakistan, una delle regioni più povere di quel Paese. Dopo alcuni giorni le piogge hanno semi-distrutto il Pakistan meridionale. 20.000.000 di sfollati qualche centinaio di morti, migliaia di feriti, danni per centinaia di milioni di dollari. Un Paese in ginocchio.

Prosolidar ha inviato tramite le Nazioni Unite e segnatamente la sua agenzia per i rifugiati UNHCR un primo contributo di 30.000 euro per aprire la campagna. Ora si potranno unire  a noi lavoratrici e lavoratori e aziende.Chiediamo a tutte  e tutti un grande impegno solidale. Prosolidar in passato con la Vostra generosità è riuscita a realizzare obiettivi importanti, a portare un aiuto concreto laddove c'era più bisogno: Tsunami in Indonesia, terremoti in Abruzzo e ad Haiti. Ora il Pakistan ci attende, attende il conforto della nostra mano che porta non solo qualche aiuto, ma la testimonianza concreta della nostra solidarietà.