I legami familiari alla prova del carcere - potenziamento degli interventi milanesi a tutela dei diritti dei bambini con genitore detenuto e a sostegno della genitorialità in carcere

Dati generali progetto

Anno: 2019
Paese: Italia
Località: Milano
Associazione: Associazione Bambinisenzasbarre onlus
Valore del progetto: € 47.780,00
A carico di Prosolidar: € 28.140,00
Percentuale finanziata: 58,89%


Obiettivo

Tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi con genitore detenuto e il sostegno della genitorialità in carcere

Destinatari

Bambini e ragazzi con genitore detenuto e loro familiari (detenuti e in libertà)

Descrizione progetto

Nella città di Milano il sistema di accoglienza Spazio Giallo è presente nella Casa Circondariale di San Vittore ed accoglie le persone a seguito dell’arresto e nelle due Case di Reclusione di Opera e Bollate, dove viene scontata la pena con sentenza definitiva.

La presenza dello Spazio Giallo (luogo fisico e relazionale, all’interno del carcere, in cui i bambini si preparano all’incontro con il genitore detenuto e “decantano” le emozioni dell’incontro avvenuto accompagnati da operatori opportunamente formati) nei tre istituti penitenziari costituisce un elemento di continuità per le famiglie e i circa 5.000 bambini che vi entrano ogni anno per seguire i parenti detenuti durante i trasferimenti e che a loro volta si devono riadattare a luoghi, regole e operatori penitenziari nuovi.

Il sistema di accoglienza Spazio Giallo a Milano è un circuito che accompagna le famiglie in questo percorso di orientamento e riadattamento e rappresenta un modello pilota nel sistema penitenziario italiano in tutela dei diritti dell’infanzia che, suo malgrado, incontra il carcere. Il sistema di accoglienza Spazio Giallo include lo Spazio Giallo e gli altri interventi ad esso connessi (Telefono Giallo, colloquio con il papà, ecc.).

Con il presente progetto si vuole potenziare il sistema Spazio Giallo a Milano mediante:

  • l’acquisto di arredi e materiali per gli spazi di accoglienza in carcere; 
  • l’introduzione di 2 nuove azioni sperimentali;
  • La diffusione e la promozione del servizio Telefono Giallo.